Email marketing assillante: come interromperlo

Capita spesso di avere la casella di posta elettronica piena e tra i vari messaggi molti sono di pubblicità mirata o comunque collegati ai tuoi interessi e agli ultimi siti web che hai visualizzato. Questo tipo di email marketing a volte può risultare assillante.

Come avviene l’email marketing in grado di rintracciarti?

Facciamo subito un esempio per far comprendere come e avviene l’email marketing con pixel, volto a rintracciarti e inseguirti.

Sei online e stai cercando le tue tanto amate sneakers, l’ultimo modello che hai sempre desiderato, della tua marca preferita. Guarda caso, lo stesso giorno ti appare una notifica e-mail nella casella di posta e improvvisamente, sei perseguitato da un banner. Arriva proprio il tuo giorno di paga e quindi, stalkerato dagli annunci pubblicitari, decidi di comprare le tue amate scarpe facendo clic sul sito Web dell’azienda che ti vende le sneakers e ti ha assillato per tutta la scorsa settimana. Il gioco è fatto, in base ad una tua preferenza iniziale, con alcune tecniche di imprinting, l’acquisto è avvenuto.

Imprinting in marketing

Imprinting in marketing: a forza di vedere un prodotto, si è condizionati e si assume un particolare attaccamento, un po’ come avviene nei bambini nel periodo immediatamente successivo alla nascita. Si genera una certa fiducia e connessione, una sorta di legame e di famigliarità del marchio e del prodotto se lo si vede già volte e in differenti contesti.

Un vecchio proverbio dice: “lontano dagli occhi, lontano dal cuore”. Bene, nel marketing vale anche il contrario: a forza di farti vedere un prodotto che ti piace, è molto probabile che venga effettuato l’acquisto.

Coincidenza o email marketing?

Quello che potresti non sapere è che questo non è assolutamente destino e coincidenza, bensì è email marketing e con questa tecnica le conversioni aumentano perché verrai letteralmente perseguitato dai tuoi interessi. Durante questa breve interazione, l’azienda di sneakers da te preferita ha raccolto un’enorme quantità di dati su di te. Sono bastati pochissimi clic ed il gioco è fatto. Si può conoscere anche l’ora in cui hai aperto l’e-mail con un’offerta speciale, per attirare la tua attenzione dopo che tu hai suscitato interesse. In questo modo l’azienda e l’ufficio marketing conoscerà il tuo indirizzo IP, che può essere utilizzato per determinare anche  la tua posizione

Come impedire alle tue email di rintracciarti?

 I pixel di tracciamento sono sempre più numerosi: ecco cosa puoi fare.

La maggior parte del monitoraggio delle e-mail avviene sotto il tracciamento attraverso i pixel nascosti che potresti non notare incorporati in immagini o collegamenti, e tutto avviene in modo che i marketer possano “inseguirti” meglio con le loro promozioni. Succede così frequentemente, che questo fenomeno   è stato chiamato endemico.

Questo tipo di monitoraggio invisibile delle e-mail e risulta piuttosto invadente e fastidioso, quindi come può essere fermato?

Modifiche Apple sulla privacy

Apple sta apportando alcune grandi modifiche per aiutare le persone a evitare di essere prese di mira dal monitoraggio furtivo delle e-mail.

Infatti  giugno 2021, il produttore di iPhone ha annunciato le funzionalità di protezione della privacy della posta in iOS 15 e MacOS Monterey durante la conferenza del WWDC.

In questo modo, il software di Apple ti consentirà di nascondere il tuo indirizzo IP e di scaricare contenuti remoti in privato in background per impostazione predefinita, indipendentemente dal fatto che tu interagisca con l’e-mail o meno

Come impostare la nuova funzionalità di protezione dati Apple

Questa nuova modalità di protezione dati di posta di Apple non sarà abilitata come impostazione predefinita.

Dovrai attivarlo tu stesso  in Impostazioni, Posta, Protezione privacy e attivare Proteggi attività di posta. In macOS Monterey, vai su Posta, Preferenze e-mail, Privacy e attiva Proteggi attività e-mail.

Fino al lancio degli aggiornamenti di iOS e MacOS, puoi impostare il tuo client di posta elettronica in modo che non carichi le immagini per impostazione predefinita, poiché le immagini sono dove di solito risiedono i pixel di tracciamento. Su un iPhone, l’opzione è nelle Impostazioni del tuo iPhone, Posta, Carica immagini remote.

Tracciamento dati utenti

La capacità di tracciare gli utenti via e-mail consente a quasi tutte le aziende di ottenere un profilo  molto dettagliato dei propri clienti, soprattutto quando le aziende che raccolgono le tue informazioni lavorano in affiliazione.  Questa raccolta di informazioni combinata a volte può far apparire  è le pubblicità un po’ inquietanti.

Le società di monitoraggio hanno anche la possibilità di riscrivere tutti i collegamenti all’interno dei messaggi. Ciò significa che quando fai clic su un collegamento per verificare un account o completare la registrazione di un sito Web, puoi essere indirizzato all’URL di un server di marketing prima di essere reindirizzato alla tua vera destinazione.

Esiste un regolamento per interrompere il tracciamento delle e-mail senza il tuo consenso. In Europa, i pixel sono coperti dalla Privacy Electronic Communications Regulations 2003 (Pecr) e dal General Data Protection Regulation (GDPR) dell’UE. In base a queste normative, è richiesto il consenso a meno che non siano necessari pixel per la fornitura del servizio.

Che cos’è il pixel tracking?

Il pixel tracking detto pixel di tracciamento è uno strumento di digital marketing che, utilizzando un’immagine di un solo pixel nascosta in un’ email, consente al mittente di scoprire quando e se il messaggio di posta è stato aperto. Questo pixel consente di effettuare un monitoraggio della posta elettronica utilizzando metodi di snooping, ovvero un tipo di “intrusione” che consente di intercettare dati e informazioni trasmesse tra due stazioni remote.

Quali dati raccolgono i pixel?

I pixel possono raccogliere molti dati su di te. “Potrebbe rivelare il tipo di dispositivo , il tuo indirizzo IP

e hai letto il messaggio, la versione del tuo browser web, il tuo fuso orario e la tua posizione. Tutti i dati raccolti possono vengono utilizzati per analizzare le tue abitudini quotidiane, in alcuni casi anche dove vivi e dove lavori. La parte più inquietante e invasiva è che la maggior parte delle volte sta accadendo a tua insaputa e senza il tuo consenso.

Come vengono usati i pixel? Come vieni rintracciato?

I pixel di tracciamento sono in genere un’immagine piccolissima unica 1 x 1 pixel (tag pixel) di formato  che spesso è invisibile al lettore. Questa immagine mini è viene generalmente inserita nell’intestazione, nel piè di pagina o nel corpo di un’e-mail. Potresti anche non vederli, ma i pixel si caricano quando apri il messaggio e restituisci le informazioni al mittente, consentendo loro di rintracciarti.

Praticamente, all’interno del messaggio di posta elettronica è presente un collegamento ad un’immagine da un pixel che viene scaricata dal server che ha inviato l’e-mail nel momento in cui il messaggio viene aperto dall’utente. Chi ha inviato il messaggio di posta elettronica è in grado di conoscere l’indirizzo IP del dispositivo che ha effettuato la richiesta.

Utilizzando questo metodo di pixel di tracciamento, le società di marketing ne traggono vantaggio , anche perché, molti provider di posta elettronica consentono il caricamento di immagini remote come impostazione predefinita di default.

Disabilita il caricamento delle immagini in Gmail su iOS

  1. Apri Gmail pe iOS, tappare sul menu hamburger in alto a sinistra e scorrere l’elenco delle impostazioni.
  2. Seleziona l’account di posta Gmail utilizzato sul dispositivo iOS.
  3. Nella schermata che appare, selezionare la voce Immagini.
  4. Attiva la voce Chiedi prima di visualizzare immagini esterne.

Disabilita il caricamento delle immagini in Gmail su Android

  1. Nella schermata principale di Gmail fai clic sull’icona MENU quella che si trova  in alto a sinistra con le tre linee orizzontali e seleziona la voce IMPOSTAZIONI nel menu che appare.
  2. Seleziona l’account di posta Gmail utilizzato sul dispositivo Android.
  3. Nella schermata che appare, scorrere le voci presenti e fai clic su IMMAGINI.
  4.  Attiva l’opzione Chiedi prima di visualizzare immagini esterne e disattiva anche le email dinamiche.

Disabilita il caricamento delle immagini in Apple Mail

  1. Seleziona la voce MAIL  e clicca su Preferenze.
  2. Clicca sul pulsante Visualizza.
  3. Nella schermata che appare togliere il segno di spunta dalla casella di controllo CARICA I CONTENUTI REMOTI NEI MESSAGGI.

Disattiva il caricamento delle immagini in Gmail

  1. Clicca sull’icone Impostazioni (quella a forma di ingranaggio) in alto a destra nella finestra principale di Gmail.
  2. Nella finestra che appare cliccare su Visualizza tutte le impostazioni.
  3. Nella scheda Generali individuare la sezione Immagini e attivare l’opzione Chiedi prima di visualizzare immagini esterne.
  4. Scorri   fino in fondo alla finestra e clicca su Salva modifiche.

Come Disattivare il caricamento delle immagini in Microsoft Outlook e Office 365

  1. Dal menu File clicca sulla voce Opzioni.
  2. Nella schermata Opzioni Outlook seleziona Centro protezione.
  3. Nella nuova schermata che appare clicca sul pulsante Impostazioni Centro protezione.
  4. Verifica che la casella di controllo Non scaricare automaticamente le immagini di messaggi standard HTML standard o elementi RSS sia abilitata, così come tutte le altre caselle di controllo in questa sezione.
  5. Metti il segno di spunta anche sulla casella di controllo Non scaricare le immagini nei messaggi di posta elettronica HTML crittografati o firmati.

Le Risorse Gratuite del #MAgodelPC

Per te Gratis l’Ebook Facebook Marketing per tutti
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis  l’Ebook Digital Marketing
Per te Gratis l’Ebook Il CV Perfetto 
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis l’Ebook Content Marketing 

Vi ricordiamo che nel nostro sito troverete molte altre Risorse Gratuite

Se vuoi rimanere sempre aggiornato puoi seguirci su Facebook .
Al prossimo articolo.
Saluti dal #MAgodelPC

b.pramaggiore

Docente e informatico da oltre vent'anni: Excel, Social Media Marketing. Specializzato in crescita organica gestisco i social e posso esserti di supporto con consulenze mirate allo sviluppo e crescita della tua azienda. Eseguo riparazioni PC, Mac e installazioni periferiche, offro assistenza da remoto e a domicilio. Creo siti Web e gestisco blog, amo la tecnologia, la natura e sono molto curioso.

2 pensieri su “Email marketing assillante: come interromperlo

  1. You’re so interesting! I don’t think I’ve truly read a single thing like
    this before. So good to find another person with a few original thoughts on this subject.

    Really.. thanks for starting this up. This site is something that is needed on the internet, someone
    with some originality!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: