Consigli utili per creare un Blog

Ecco alcuni consigli utili per principianti per creare un blog.

È probabile che tu abbia sentito parlare di blog. Potresti aver sentito una storia su un blogger che scopre informazioni su un politico o un argomento controverso. Probabilmente hai persino letto un libro spinto da un articolo di blog o visto un film e acquistato un prodotto. Ah, l’arte della persuasione!

In questo articolo imparerai a conoscere blog e blogger e le basi essenziali per creare un blog in modo ottimale.

creare un blog

Che cos’è un blog?

Un blog è un tipo di sito Web che viene aggiornato regolarmente con nuovi contenuti. La maggior parte dei blog contiene articoli brevi e informali chiamati post di blog. Questi post di solito contengono una combinazione di testo, foto, video e altri media. In sostanza, un blog è solo uno spazio sul Web che puoi creare per registrare ed esprimere le tue opinioni, esperienze e interessi.

Se passi molto tempo a navigare sul Web, probabilmente hai già letto un post sul blog, anche se non te ne sei accorto in quel momento. Alcuni dei blog più letti sono un po’ come le riviste online perché sono scritti da un team di persone pagate per aggiornare il blog con nuovi post più volte al giorno.

Tuttavia, la maggior parte dei blog sono scritti da una sola persona. Di conseguenza, il blog medio è abbastanza personale, riflettendo gli interessi e la personalità della persona che lo scrive. 

Chi sono i blogger?

Le persone che scrivono blog sono chiamate blogger. Da quello che senti al telegiornale, potresti pensare che i blogger siano tutti un certo tipo di persone: giovani, inclini alla politica ed esperti di tecnologia. O forse hai sentito parlare di blogger che hanno scritto di esperienze straordinarie o progetti ambiziosi, poi hanno trasformato i loro blog in libri di successo. Mentre alcuni blogger si adattano a queste descrizioni, la maggior parte dei blogger non lo fa. In effetti, non esiste un blogger “medio”: i blog sono scritti da persone di tutte le età e background e di tutti i ceti sociali.


Perché bloggare?

Come hai visto nell’infografica nell’ultima pagina, la maggior parte dei blogger considera il blog un hobby. Può essere un hobby che richiede abbastanza tempo, poiché molti blogger trascorrono diverse ore ogni settimana scrivendo post sul blog, rispondendo ai commenti e altro ancora. Allora perché lo fanno?

Ci sono molte ragioni per cui le persone bloggano, ma ecco alcune delle ragioni più comuni:

  • Per condividere le tue esperienze e competenze.
  • Per parlare di un problema a cui tieni.
  • Diventare più coinvolti con hobby e passioni.
  • Per far parte di una comunità.
  • Per far avanzare la tua carriera o iniziare una carriera per iscritto.
  • Per mantenere la famiglia e gli amici aggiornati sulla tua vita.

Non importa quale sia la ragione principale per bloggare, la maggior parte dei blogger ha almeno una cosa in comune: sono abbastanza appassionati di un argomento da scriverne più e più volte, di solito gratuitamente. Se c’è un argomento a cui tieni profondamente, potresti divertirti a bloggarlo. Quando hai il tuo blog, hai spazio illimitato e libertà per esprimere le tue opinioni e discutere le cose a cui tieni con gli altri.

Blog per guadagnare

Un altro motivo per cui alcune persone blog sono per guadagnare soldi. Le persone guadagnano soldi dai loro blog ospitando annunci pubblicitari, vendendo prodotti o pubblicando i loro post sul blog sotto forma di libri o articoli stampati.

I media spesso riferiscono sui blogger che hanno fatto questo con successo, trasformando i loro blog in carriere e persino in affari di libri e film. Anche se va bene cercare di guadagnare denaro dai blog, dovresti essere consapevole del fatto che queste storie di successo sono molto rare.

Potresti vedere annunci pubblicitari per servizi che promettono di aiutarti a rendere redditizio il tuo blog con poco sforzo. Tuttavia, fare soldi in questo modo non è così facile come potrebbe sembrare. Molti blogger scrivono per anni senza mai guadagnare un centesimo dai loro blog. Tienilo a mente quando inizi a bloggare.

Di cosa parlano le persone nei loro blog?

Un blog può essere letteralmente qualsiasi cosa. Ci sono persone che bloggano su ogni argomento immaginabile, dalle loro opinioni politiche ai loro animali domestici. Pensa a qualsiasi interesse o hobby, non importa quanto insolito o specializzato: ci sarà sicuramente un’intera comunità di blog dedicati a discuterne. Sebbene sia impossibile elencare tutti gli argomenti di cui le persone bloggano, ci sono alcuni argomenti che vengono comunemente trattati.

All’inizio l’avvio di un nuovo blog potrebbe sembrare un po’ opprimente, ma pianificare alcune cose in anticipo può rendere l’intero processo molto più semplice. In questa lezione imparerai come sviluppare un nuovo blog.

Prima di avviare il tuo blog dovrai decisioni su:

  • I tuoi obiettivi di blog
  • L’argomento di cui vuoi scrivere sul blog
  • Quanto tempo vuoi dedicare al blog
  • Quante informazioni personali desideri condividere sul tuo blog
  • Il design del tuo blog

Identificare i tuoi obiettivi di blogging

Il primo passo verso lo sviluppo del tuo blog è conoscere i tuoi obiettivi di blogging. Le due domande principali da considerare per comprendere i propri obiettivi sono:

  1. Qual è il motivo principale per cui vuoi aprire un blog?
  2.  Chi vuoi che legga il tuo blog?

Il motivo principale per cui vuoi iniziare a bloggare è il tuo obiettivo principale. Tuttavia, la maggior parte delle persone ha più di un motivo per bloggare. Questi motivi extra sono i tuoi obiettivi secondari.

Esaminare il tuo obiettivo principale e il pubblico desiderato può aiutarti a identificare i tuoi obiettivi secondari. I motivi possono essere molteplici.

Ad esempio potresti trovare utili scrivere un blog per diventare uno scrittore migliore nel tempo e per conoscere anche nuove persone con interessi simili ai tuoi ed eventualmente collaborare insieme a progetti ed eventi e per ottenere autorevolezza e notorietà.
Mentre sviluppi il tuo blog, tenere a mente i tuoi obiettivi ti aiuterà a decidere esattamente come vuoi che sia il tuo blog.

Definisci l’argomento del tuo blog

Uno dei maggiori fattori per il successo del tuo blog è avere un argomento che trovi interessante. Dopotutto, il blog è qualcosa che farai nel tuo tempo libero, quindi quanto scrivi dipenderà in gran parte da quanto ti piace. Avere un argomento che ti piace renderà più facile e gratificante stare al passo con il tuo blog.

Un modo per verificare se hai scelto o meno un buon argomento è pensare a potenziali post che si adattano a quell’argomento. Potresti anche voler fare un elenco, simile a quello visto di seguito.

Mentre scrivi post sul blog, potresti scoprire di voler includere immagini che trovi online. O forse hai trovato un ottimo pezzo di scrittura, una ricetta, una storia o una recensione, che vuoi mettere in evidenza sul tuo blog. È importante sapere che quasi tutti i contenuti che trovi sul Web appartengono a qualcuno. Solo perché puoi prendere immagini, testo e altro da altri siti non significa che sia giusto farlo, eticamente o legalmente.

È legale salvare le immagini da Internet?

La protezione del copyright fondamentalmente significa che se qualcuno vuole utilizzare o condividere il tuo lavoro su Internet, deve prima chiedere il permesso. Le immagini che possono essere protette dal diritto d’autore includono foto digitali, pellicole fotografiche e immagini create da esse e illustrazioni

In questa articolo di blog le protezioni del copyright che si applicano al lavoro pubblicato online. Imparerai le regole che determinano quali immagini e testi puoi utilizzare e come utilizzarli. Imparerai anche come proteggere i contenuti che crei.

Gli screenshot dei siti Web sono protetti da copyright?

Ebbene anche gli  screenshot sono generalmente coperti da copyright e devono essere utilizzati con il permesso del titolare del copyright.

Capire il diritto d’autore

Il diritto d’autore tutela le opere dell’ingegno di carattere creativo riguardanti le pubblicazioni, le scienze, la letteratura, le arti figurative, l’architettura, la musica, il cinema ,il teatro, la radio e anche i programmi per elaboratore e le banche dati. Insomma, riguarda qualunque ne sia il modo o la forma di espressione.

Secondo la legge sul diritto d’autore, qualsiasi contenuto originale che crei e registri in una forma duratura è di tua proprietà intellettuale. Ciò significa che altre persone non possono copiare legalmente il tuo lavoro e fingere che sia il loro. Non possono nemmeno fare soldi con le cose che crei.

Licenza

Per utilizzare, copiare o modificare un’opera protetta da copyright, è necessaria l’autorizzazione della persona che detiene il copyright. Questa autorizzazione è chiamata licenza, sicuramente ne hai già sentito parlare. Anche se tutti hanno il diritto di richiedere che altri rispettino i loro diritti d’autore e chiedano il permesso di utilizzare il loro lavoro, alcune persone e organizzazioni scelgono di concedere in licenza i loro contenuti più liberamente. Lo fanno concedendo al loro lavoro una licenza Creative Commons o mettendo il loro lavoro nel pubblico dominio.

Copyright tradizionale

il lavoro non può essere utilizzato, adattato, copiato o pubblicato senza il permesso del creatore. A cosa si applica? Tutte le opere originali sono protette da copyright quando vengono create.

Sono incluse le produzioni costituite da elementi caratteristici del patrimonio artistico tradizionale sviluppato e mantenuto da una comunità. Questi includono espressioni verbali come racconti popolari, espressioni musicali come canzoni popolari e musica strumentale.

I tre elementi fondamentali del diritto d’autore: originalità, creatività e fissazione.

Esistono due tipi di diritti in base al diritto d’autore:

  1. diritti economici, che consentono al titolare dei diritti di trarre un compenso economico dall’uso delle proprie opere da parte di altri; 
  2. diritti morali, che tutelano gli interessi non economici dell’autore.

Creative Commons

L’opera può essere utilizzata senza autorizzazione, ma solo in determinate circostanze. I creatori stabiliscono regole per il modo in cui viene utilizzato il loro lavoro. A cosa si applica? Unica opera che i creatori hanno scelto di designare come Creative Commons.

Proprietà intellettuale

Proprietà intellettuale proprietaria indica la Proprietà intellettuale creata, utilizzata, applicata o ridotta in pratica in relazione al Progetto o all’Opera che tragga valore commerciale dalla sua protezione come segreto commerciale ai sensi della Legge applicabile o dalla sua protezione ai sensi della legge sui brevetti.

Comprendere i diversi tipi di proprietà intellettuale è una conoscenza importante che tutti i consulenti interni dovrebbero padroneggiare. Brevetti, marchi, diritti d’autore e segreti commerciali sono beni preziosi dell’azienda e capire come funzionano e come vengono creati è fondamentale per sapere come proteggerli.

Dominio pubblico

In questo caso il lavoro può essere utilizzato, adattato, copiato e pubblicato, completamente senza restrizioni, senza bisogno di autorizzazione. Le Opere pubblicate prima del 1920, opera di creatori morti da tempo e opera che i creatori hanno messo di pubblico dominio.

Qual è la differenza tra copyright e brevetto?


Mentre un brevetto, con l’esclusione di un brevetto di design, protegge le invenzioni di nuovi processi, il diritto d’autore protegge le opere originali pubblicate e inedite, comprese le opere in letteratura, musica, arte, architettura, software e coreografia.


Utilizzo di contenuti di pubblico dominio e Creative Commons

Se non vuoi spendere soldi per le immagini e i contenuti che usi per il tuo blog, ti consigliamo di utilizzare i contenuti di pubblico dominio e con licenza Creative Commons.

Utilizzo di contenuti di pubblico dominio

Non ci sono restrizioni sull’utilizzo di opere di pubblico dominio, il che significa che puoi usarle come vuoi, a meno di affermare di averle create. Sfortunatamente, non è sempre facile dire se qualcosa è di pubblico dominio o meno.

Quando le opere sono di pubblico dominio?

Le opere d’ingegno rientrano nel settore del pubblico dominio quando non esiste nessuna legge che ne stabilisce dei diritti di proprietà.

In Europa la scadenza del copyright si calcola a 70 anni dalla morte dell’autore.
 
Negli Stati Uniti il calcolo è diverso: a essere preso come punto di riferimento è la data di pubblicazione dell’opera e non quella di morte del suo autore. In quest’ultimo caso la durata della tutela è di ben 95 anni.

Anche quando l’oggetto in questione è specificatamente escluso da tali diritti dalle leggi vigenti si tratta di opere di pubblico dominio.

Ci possono essere alcuni casi in cui sai per certo che un’opera è di pubblico dominio, come abbiamo detto in precedenza, a seconda degli stati e le leggi in cui siamo, devono essere passati determinati anni dalla morte dell’autore.

I Migliori Siti Web per il Download di Immagini di Dominio Pubblico sono:

Pexels, Pixabay,Wikimedia Commons, Flickr Commons, Unsplash, Public Domain Archive.

Le immagini Creative Commons possono essere utilizzate gratuitamente?

Immagini concesse in licenza sotto Creative Commons Zero, il che significa che puoi copiare, modificare, distribuire e utilizzare le foto gratuitamente, inclusi scopi commerciali, senza chiedere il permesso o fornire attribuzioni al fotografo o Unsplash.

Posso usare foto di altri siti web?

Quindi, in breve, rispondiamo a questa domanda, perché ho notato che in giro c’è parecchia confusione su questo argomento, specialmente sui Social Media vedo che la condivisione delle foto è veramente sottovalutata. Ho notato che si prendono le foto da altri siti con tanta naturalezza.
Le foto di pubblico dominio non sono protette da copyright, non hanno limitazioni all’uso e nessun costo per alcun tipo di utilizzo. Le immagini di pubblico dominio includono la maggior parte delle fotografie che hanno più di 100 anni e qualsiasi foto prodotta da un governo o da un’agenzia governativa.

Cos’è Creative Commons?

Una licenza Creative Commons (CC) è una delle numerose licenze di copyright pubbliche che consentono la distribuzione gratuita di un “opera” altrimenti protetta da copyright. Una licenza CC viene utilizzata quando un autore desidera concedere ad altre persone il diritto di condividere, utilizzare e sviluppare un’opera che l’autore ha creato.

Quali sono gli esempi di Creative Commons?

  • I governi e organizzazioni intergovernative.
  • I Libri e le pubblicazioni.
  • I fumetti.
  • Le risorse educative.
  • I Giochi.
  • I Videogiochi.
  • Immagini e foto.

Utilizzo di contenuti Creative Commons

Sebbene l’utilizzo dei contenuti Creative Commons non ti costerà denaro, non è totalmente gratuito; per usarlo, devi seguire alcune regole.

Le persone che scelgono di rendere i propri contenuti Creative Commons possono scegliere una o più di queste licenze da applicare al proprio lavoro.

Attribuzione significa che è necessario accreditare il creatore per utilizzare, copiare o condividere il contenuto.

Non è possibile modificare il contenuto e non puoi trarre profitto dal contenuto.
Puoi modificare il contenuto, ma devi consentire ad altre persone di utilizzare il tuo nuovo lavoro con la stessa licenza dell’originale.

In parole povere non puoi trattare nessun lavoro di condivisione allo stesso modo che adatti come tuo diritto d’autore, anche se lo modifichi radicalmente.

Come capire se il contenuto è Creative Commons

Per sapere se un contenuto è Creative Commons, cerca il simbolo Creative Commons , oltre ai simboli che indicano esattamente quali licenze si applicano ad esso. Ad esempio, i simboli nell’esempio seguente indicano che la foto ha tre licenze: Attribuzione, Non commerciale e Nessuna opera derivata. Ciò significa che puoi utilizzare questa foto se accrediti la persona che l’ha creata, non guadagni da essa e non la modifichi.

Informazioni sulla licenza Creative Commons per una foto, ecco alcuni siiti per trovare contenuti:

  • Wikimedia Commons
  • Ricerca su Creative Commons di Flickr
  • Ricerca Creative Commons
  • Utilizzo di materiale protetto da copyright

Come hai appreso in precedenza, in genere è necessario concedere in licenza il materiale protetto da copyright per poterlo utilizzare.

Posso utilizzare le immagini Creative Commons a fini commerciali?

CC BY è una  licenza consente ai riutilizzatori di distribuire, remixare, adattare e sviluppare il materiale in qualsiasi mezzo o formato, a condizione che l’attribuzione sia data al creatore. La licenza consente l’uso commerciale.

L’eccezione è una regola chiamata Fair Use. Fair Use significa che puoi utilizzare materiale protetto da copyright senza una licenza solo per determinati scopi.
d esempio, non puoi semplicemente prendere una foto protetta da copyright e usarla sul tuo blog perché pensi che sia carina. Tuttavia, probabilmente sarebbe considerato Fair Use se includessi quella foto in un post sul blog che commentava e analizzava il lavoro di un fotografo.

Linee guida per un uso corretto

La maggior parte dei contenuti che pubblichi deve essere tua, questo è fattore principale, infatti copiare ed incollare è sconsigliato fortemente.


Per esempio, immaginiamo che tu abbia trovato un utile tutorial che volevi inserire nel tuo blog. Includere un suggerimento dal tutorial sarebbe Fair Use. Includere l’intero tutorial non sarebbe Fair Use, anche se ti sei collegato alla fonte originale.

Ti consiglio di approfondire questo argomento qui:

https://support.google.com/legal/answer/4558992?hl=it


Copyright


Affinché qualcosa sia Fair Use, devi dare pieno credito alla persona che lo ha creato. Ciò include il nome del creatore, nonché altre informazioni che aiuteranno le persone a trovare l’opera o la fonte originale.

Ad esempio, se stai postando e commentando un’immagine che è stata pubblicata sul sito web di un giornale, dovresti includere un link alla storia originale.

In generale, è molto più facile rivendicare il Fair Use quando si utilizza il materiale protetto da copyright per scopi non commerciali. Mentre pubblicare immagini dei tuoi programmi TV preferiti e aggiungere didascalie e commenti divertenti potrebbe essere considerato un uso corretto, vendere quelle immagini sulle magliette non lo sarebbe. Guadagnare con gli annunci sul tuo blog può anche limitare la tua capacità di rivendicare il fair use.


Utilizzo improprio di materiale protetto da copyright

Tieni presente che anche se pubblichi contenuti in buona fede, il titolare del copyright potrebbe non essere d’accordo sul fatto che si tratti di un uso corretto. Se qualcuno ti chiede di rimuovere il suo lavoro dal tuo blog, dovresti farlo immediatamente.

Puoi subire gravi conseguenze come:

  • Il titolare del copyright può presentare un reclamo al servizio del tuo blog e far chiudere il tuo blog.
  • Il detentore del copyright potrebbe citarti in giudizio.
  • Licenza di contenuti protetti da copyright.

Se desideri utilizzare i contenuti protetti da copyright in un modo che non rientri nel Fair Use, dovrai concederne la licenza per ottenere l’autorizzazione a pubblicarli. Se sei interessato ad acquistare i diritti per utilizzare immagini, video e altri media sul tuo blog, ti consigliamo di visitare alcuni dei seguenti siti di Stock Photo: FreePik, iStockfoto, Photos.com.


Condivisione di video protetti da copyright

I siti di condivisione video come YouTube e Vimeo offrono la possibilità di pubblicare video sul tuo blog incorporandoli. Quando incorpori un video, viene creato automaticamente un collegamento al luogo in cui è stato originariamente pubblicato. Poiché il creatore o il poster originale viene accreditato automaticamente, non devi preoccuparti di eseguire ulteriori passaggi per concedere il credito.

Tieni presente che molti video su questi siti, in particolare video di programmi TV e film, violano la legge sul copyright e potrebbero essere rimossi da YouTube in qualsiasi momento. Se un video che hai incorporato viene rimosso da YouTube, verrà rimosso anche dal tuo blog. Non dovresti mai incorporare un video che sai sta infrangendo le leggi sul copyright.

Protezione della tua proprietà intellettuale

Il copyright protegge anche le cose che crei. Sei il proprietario del contenuto originale che pubblichi sul tuo blog. Se le persone copiano o rubano la tua proprietà intellettuale, hai il diritto di cercare di fermarli.

Come proteggere i tuoi contenuti

Il modo migliore per proteggere i tuoi contenuti è tenerli d’occhio altrove. Questi suggerimenti possono aiutarti a capire se i tuoi contenuti sono stati visualizzati su un altro sito Web o blog:

Utilizzare i servizi di ricerca per plagio.


Questi servizi analizzano il tuo blog o sito, quindi cercano siti con contenuti identici. Copyscape.com e plagiarism sono dei sito rispettabile con una ricerca gratuita per plagio.


Imposta Google Alert


Google Alert è un servizio che puoi utilizzare per inviarti automaticamente un’email quando i siti pubblicano nuove informazioni su una persona, una cosa o un evento. Puoi creare avvisi per singoli post immettendo alcune frasi del tuo post nel campo Query di ricerca. (Assicurati di utilizzare le virgolette.) Se il testo viene visualizzato altrove sul Web, riceverai un’e-mail. La creazione di un avviso di Google per ciascuno dei tuoi post può richiedere molto tempo, quindi potresti voler limitare i tuoi avvisi ai post che è probabile che le persone copino, come i tutorial.
Configurazione di un Google Alert per un post del blog


Aggiungi filigrane alle tue immagini


Una filigrana è qualcosa che aggiungi a un’immagine per identificarti come il suo creatore, di solito un simbolo o del testo. Le filigrane consentono a te e ai tuoi lettori di riconoscere facilmente le immagini che hai creato. Possono anche avere l’effetto di scoraggiare gli altri dal prendere le tue immagini in primo luogo. Puoi facilmente creare filigrane in programmi di modifica delle immagini come Picasa, Canva e Photoshop.


Cosa fare se trovi i tuoi contenuti su un altro sito

Ci sono due cose che puoi fare se trovi le tue immagini, testo o altri media su un altro sito web o blog. Innanzitutto, contatta la persona che gestisce il blog o il sito che ha preso i tuoi contenuti. La maggior parte dei blog elenca un indirizzo email di contatto, ma se non riesci a trovarne uno puoi sempre lasciare un commento sul post offensivo. Chiedi loro con fermezza ma educatamente di rimuovere i tuoi contenuti o darti credito, se non ti dispiace condividerli. Questo può funzionare, specialmente nei casi in cui l’altra persona non si è resa conto che si era verificato un errore.

Se contattare il blogger non funziona, potresti voler presentare una richiesta di rimozione DMCA. DMCA fa riferimento al Digital Millenium Copyright Act, una legge progettata per aiutare i titolari del copyright a proteggere i propri contenuti. In base a questa legge, se un sito ruba il tuo contenuto originale puoi presentare un reclamo al fornitore di servizi di quel sito. Se il fornitore di servizi ritiene che il tuo reclamo sia valido, rimuoverà il contenuto.

Decidere quanto tempo dedicare al tuo blog

È difficile convincere le persone a leggere il tuo blog se non lo aggiorni regolarmente. Anche se è facile essere entusiasti del tuo blog e postare frequentemente quando inizi per la prima volta, potresti trovare più difficile tenere il passo con i post col passare del tempo.

Avere un programma di pubblicazione può rendere più facile trovare il tempo per il tuo blog. Il modo in cui crei il tuo programma dipende da te. Alcune persone lavorano meglio con un programma rigoroso e potrebbero preferire riservare un po’ di tempo ogni giorno per lavorare sui loro blog. Altri potrebbero essere più felici scegliendo un programma libero. Con questo tipo di pianificazione, potrebbero pubblicare due volte a settimana ma non sempre nello stesso giorno o alla stessa ora.

Quando decidi quanto tempo vuoi dedicare al tuo blog, assicurati di considerare tutti gli altri tuoi impegni e sii realistico sulla quantità di tempo che vuoi effettivamente dedicare alla scrittura. Ricorda, il blog è un hobby. Se lo tratti troppo come un lavoretto, potrebbe diventare meno piacevole.

Utilizzare bozze e post di pianificazione

Puoi anche gestire il tuo tempo scrivendo in anticipo le bozze dei post del tuo blog, quindi pubblicandole in un secondo momento. La maggior parte dei servizi di blog include anche una funzione che ti consente di pianificare i post salvati. Dopo aver programmato un post, questo verrà automaticamente pubblicato all’ora specificata. La pianificazione dei post può essere un buon modo per garantire di pubblicare circa lo stesso numero di aggiornamenti ogni settimana.

Queste bozze e strumenti di pianificazione possono essere particolarmente utili se hai difficoltà a mettere da parte un particolare momento della giornata per scrivere. Puoi creare bozze quando hai molto di cui scrivere e pubblicarle in seguito, quando ti senti troppo occupato o privo di ispirazione per scrivere.

Decidere quante informazioni personali condividere

Prima di scrivere il tuo primo post sul blog, dovresti già sapere quanto vuoi che sia personale il tuo blog. Alcuni blogger scelgono di bloggare con i loro veri nomi e includono dettagli personali sulle loro vite. Altri blog con uno pseudonimo o un nome falso. Se sei una persona privata o aperta, la decisione se rivelare o meno informazioni personali sul tuo blog probabilmente sembra piuttosto semplice. Tuttavia, ci sono alcune cose che tutti dovrebbero considerare quando decidono quanto condividere.

Esamina la grafica per conoscere i pro ei contro della condivisione dei dettagli personali sul tuo blog.

Qual è la scelta migliore per te?

Ora che comprendi i pro ei contro della condivisione di informazioni personali sul tuo blog, guarda indietro ai tuoi obiettivi di blogging e al pubblico per cui hai deciso di scrivere. A seconda di come utilizzerai il tuo blog, potresti dover condividere almeno un po’ di informazioni per raggiungere i tuoi obiettivi.

Le Risorse Gratuite del #MAgodelPC

Per te Gratis l’Ebook Facebook Marketing per tutti
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis  l’Ebook Digital Marketing
Per te Gratis l’Ebook Il CV Perfetto 
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis l’Ebook Content Marketing 

Vi ricordiamo che nel nostro sito troverete molte altre Risorse Gratuite

Se vuoi rimanere sempre aggiornato puoi seguirci su Facebook .
Al prossimo articolo.
Saluti dal #MAgodelPC

b.pramaggiore

Docente e informatico da oltre vent'anni: Excel, Social Media Marketing. Specializzato in crescita organica gestisco i social e posso esserti di supporto con consulenze mirate allo sviluppo e crescita della tua azienda. Eseguo riparazioni PC, Mac e installazioni periferiche, offro assistenza da remoto e a domicilio. Creo siti Web e gestisco blog, amo la tecnologia, la natura e sono molto curioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: