Come ottimizzare i titoli SEO con parole chiave popolari

parole chiave

 

Parole chiave- ottimizzazione seo

In questo articolo scopriremo come ottimizzare i titoli SEO con le parole chiave più popolari, cercheremo di analizzare passo dopo passo tutto ciò di cui hai bisogno per ottenere più traffico e aumentare i tassi di conversione.

Anche se i motori di ricerca sono diventati esperti a comprendere e catalogare i testi, grazie al miglioramento dei propri algoritmi, l’utilizzo delle keyword rimane sempre il punto cardine per poter classificare i propri contenuti.

  • L’ottimizzazione del titolo di articoli, blog o pagine Web è fondamentale per ottenere traffico, anche in modo organico. È molto utile per acquisire conversioni e, a volte, persino per guadagnare denaro da Adsense e dagli affiliati.
  • Il consiglio standard è quello di attenersi a una frase chiave per pagina per mantenere una pertinenza ed evitare di essere penalizzati per il riempimento di parole chiave (Keyword stuffing).
  • È molto utile l’aggiunta di ulteriori parole chiave correlate, sempre creando titoli sensati e non forzati, per ottenere più traffico sui siti Web

Keyword research

Una buona keyword research è la base di ogni progetto online. Le parole chiave sono in grado di intercettare il nostro target di riferimento che è l’obiettivo principale di ogni persona che possiede un sito web o che vende prodotti o servizi online.

L’errore più comune è quello di basarsi soltanto sui volumi di ricerca, scegliendo Keyword troppo generiche. È invece consigliabile concentrarsi su parole chiave più specifiche che tengano presente anche del search intent per riuscire ad intercettare i visitatori realmente interessati ai tuoi prodotti o servizi. Questa è una buona pratica per evitare una frequenza di rimbalzo e la diminuzione di permanenza degli utenti sul proprio sito.

Ecco alcuni buoni spunti e suggerimenti su come ottimizzare i titoli delle parole chiave:

Mantieni i titoli brevi

Il consiglio generale è di mantenere i titoli meno di 70 caratteri.

Mantieni i titoli corti, come se fossero slogan pubblicitari, utilizzando una keyword per pagina.

Inizia a scegliere le keyword secondarie con l’aiuto degli appositi tool come Yoast Seo e inseriscile in pagine separate. In questo modo utilizzerai più pagine per parole correlate.

Generalmente le pagine di destinazione troppo generiche non funzionano perché non sono in grado di competere per singole parole chiave popolari senza l’aggiunta di keyword a coda lunga.

Ovviamente puoi sviluppare parole chiave a coda lunga che includono le tue parole chiave primarie insieme a quelle secondarie per creare un titolo “sensato” che abbia senso per i lettori oltre che per i bot.

Per poter testare l’efficacia delle tue keyword esistono alcuni tool in grado di aiutarti.

Evita il Keyword stuffing

Ci sono molte informazioni sui pericoli del keyword stuffing, il che significa un uso eccessivo della tua o delle tue parole chiave nel titolo, nella descrizione e nel body copy.

Google penalizza per il riempimento delle parole chiave, sebbene la densità di parole chiave e la sua soglia non siano esattamente noti.

Esistono vari strumenti per contare le frequenze di utilizzo delle parole chiave. La densità delle parole chiave viene misurata semplicemente come il numero relativo di volte in cui il termine di ricerca, parola chiave o frase chiave, si verifica come percentuale del numero totale di parole su una determinata pagina.

La densità di parole chiave ideale non deve essere maggiore del 5,5 %.

In ogni caso i vari motori di ricerca hanno soglie diverse prima di applicare penalizzazioni. Se invece siamo in grado di dosare le nostre keyword senza esagerare e mantenendo così un giusto equilibrio, possiamo essere in grado di migliorare il posizionamento SEO delle nostre pagine.

Keyword: dove inserirle

Come abbiamo già ripetuto più volte nei nostri precedenti articoli, la densità delle parole chiave può essere aumentata utilizzando ripetutamente le Keyword in:

  • Tag del titolo
  • Tag di intestazione
  • Tag commento
  • Tag del corpo <Body>
  • Tagdi ancoraggio – anchor text
  • Tag immagine
  • Tag alternativo

Un altro consiglio generico per l’utilizzo delle keyword nei titoli è quello di non ripetere le stesse keyword più di due volte.

In che modo Google e altri motori di ricerca sono in grado di scansionare e classificare le tue parole chiave nel titolo?

Non si sa come, ma Google e altri motori di ricerca registrano e classificano ogni singola parola chiave nel titolo e in ogni combinazione, inclusi vari ordini e posizioni per le parole chiave. Sebbene ci sia una priorità per le frasi con le parole chiave nell’ordine in cui sono nel titolo e per le parole che appaiono per prime, Google è in grado di registrare tutte le parole chiave e le frasi e ne e di ricavarne una classifica.

La penalizzazione dei titoli troppo lunghi

Google sembra anche considerare i titoli lunghi come più probabili essere spam, soprattutto per i titoli molto lunghi.

I titoli più lunghi possono anche apparire per i bot pieni di parole chiave, con una densità eccessiva.

Si ritiene che la prima parola chiave nel titolo abbia il peso più importante e che la seconda parola abbia un peso leggermente inferiore e così via.

Aggiungendo più parole puoi essere in grado di diluire il peso applicato a ciascuna di esse.

Per raggiungere il proprio target con più keyword, è importante mantenere le parole chiave vicine l’una all’altra e nel loro ordine naturale, senza che risulti troppo forzato. Prova a far corrispondere l’ordine probabile dei termini nella frase di ricerca all’ordine nel titolo.

Usa più keyword per generare più traffico

Se Google ricava un rank per tutte le parole nel titolo, sicuramente, includendo due o tre parole chiave invece di una sarà più probabile che ottenga più traffico.

In questo modo il traffico per ogni parola dovrebbe sommarsi ed essere in grado di moltiplicarsi. Capire quando questo è appropriato e quando non lo è è il punto cruciale dell’ottimizzazione dei titoli. Come spiegato in precedenza, il peso o il valore della parola chiave sembra diminuire rapidamente man mano che ci si sposta dalla prima all’ultima parola.

L’utilizzo di più Keyword sembra essere in grado diluire il peso dato per ogni parola. Inoltre, c’è l’importante questione della pertinenza. La tua pagina potrebbe essere penalizzata se le parole che usi non sono molto pertinenti al contenuto della pagina.

L’aspetto chiave è la concorrenza:

Se c’è molta concorrenza per una parola chiave, allora è meglio usare solo una singola parola chiave o frase.

È una buona pratica attenersi alla frase chiave che hai trovato utilizzando lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google da utilizzare nel titolo.

È possibile utilizzare vari strumenti per stimare la concorrenza per la frase e il traffico ipotetico. Lo strumento di ricerca per parole chiave mostra come anche piccoli cambiamenti nella frase possano influenzare notevolmente il traffico e la concorrenza.

Se la concorrenza è alta devi mantenere la forza della tua pagina e del titolo per poter competere. L’aggiunta di frasi extra diluirà il peso applicato alla parola chiave. Probabilmente andrai in competizione anche con pagine che potrebbero essere fortemente mirate a quella frase chiave.

Potresti perdere il posizionamento se non hai quel titolo singolare e altamente focalizzato per la parola chiave.

Se la concorrenza è moderata arricchisci il tuo titolo con più parole chiave

Per una concorrenza moderata, ci sono diversi modi in cui puoi utilizzare più parole chiave nel titolo. I modificatori di corrispondenza generica fanno si che gli annunci siano pubblicati solo quando la ricerca di un utente corrisponde esattamente alla tua parola chiave oppure ad una sua variante molto simile.

Usa due o più Modificatori

 

La soluzione per non duplicare la parola chiave è aggiungere uno o due modificatori extra o parole d’azione. Se guardi le frasi chiave competitive mostrate dallo Strumento per le parole chiave di Google, troverai spesso che due frasi sembrano promettenti che contengano entrambe la parola chiave o la frase principale.

[parola chiave azione 1 parola chiave] + [parola chiave azione parola 2] = [parola azione 1 parola chiave azione parola 2]

Supponiamo, ad esempio, che tu stia cercando un titolo di parola chiave per il tuo articolo sui benefici per la salute dei legumi e desideri utilizzare una Keyword a coda lunga restringendo la ricerca agli estratti. La soluzione ovvia è:

Benefici per la salute, proprietà e vantaggi dei legumi

Questo fornisce un titolo per quattro frasi

Vantaggi dei legumi

Benefici per la salute dei legumi

Proprietà dei legumi

Benefici per la salute degli estratti dei legumi.

È spesso difficile trovare combinazioni di parole simili a queste e sottolinea che il design del titolo è una vera arte. Questi esempi mostrano anche come l’uso di parole chiave di azione e frasi di modifica per indirizzare gli acquirenti che sono pronti ad acquistare, che soddisferanno l’obiettivo del tuo sito web.

 

Scegliere di parole chiave a coda lunga

I titoli a coda lunga che utilizzano parole d’azione sono generalmente più efficaci, poiché le query basate sull’azione di solito attirano utenti che hanno già estratto la carta di credito e sono affamati di trovare ciò che vogliono e di acquistarlo, sono perfette per le conversioni.

La strategia migliore è creare il titolo della parola chiave a coda lunga, non utilizzando parole d’azione scarsamente selezionate come modificatori, ma ricercando anche le parole e le frasi d’azione per ottenere il massimo beneficio.

Il ruolo dell’ottimizzazione del titolo SEO è quello di arricchire le parole chiave nel titolo che i potenziali acquirenti potrebbero utilizzare quando conducono una ricerca per raggiungere il gruppo interessato al tuo prodotto o servizio.

Usa modificatori di parole chiave

I modificatori di parole chiave sono parole che puoi aggiungere alla tua parola chiave principale per ottenere una Keyword longtail o a coda luna, che sono più specifiche.

Per esempio:

Se abbiamo la keyword “scarpe da trekking come parola chiave principale

Qualora la parola a coda lunga fosse: “scarpe da trekking donna con suola in geli modificatori di parole chiave sarebbero “donna” e “suola in gel“.

I modificatori sono aggetivi, avverbi, dei particolari termini specifici di acquisto che sono in grado di portare al ricercatore dei risultati più pertinenti alla propria ricerca.

Combina frasi di parole chiave competitive nel titolo

Combina frasi di Keyword competitive nel titolo per arricchirlo.

Lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google potrebbe mostrare due frasi chiave promettenti essenzialmente correlate allo stesso argomento.

Diciamo, per fare un esempio, che se stai cercando di commercializzare legumi, utilizzando nel tuo piano editoriale i loro benefici per la salute, in particolare per aiutare le persone che hanno problemi con la perdita di peso; lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google può suggerirti delle frasi competitive:

  • benefici per la salute dei legumi;
  • legumi ricchi di proteine;
  • benefici per la salute dei legumi per la perdita di peso;

Queste frasi possono essere combinate in modi che mantengono l’ordine delle parole “legumi ricchi di proteine” come prima frase e possono tutte e tre di “funzionare” inserendole nel titoli, con la giusta combinazione.

Per esempio:

  • i benefici per la salute dei legumi ricchi di proteine;
  • I benefici per la salute dei legumi ricchi di proteine per la perdita di peso;
  • I Legumi sono ricchi di proteine -i loro benefici per la salute;

Qual è il separatore ideale quando si utilizzano più frasi di parole chiave?

Sinceramente non ha molta importanza.

Puoi usare una barra verticale (|), due punti (:) un trattino (-) o una virgola (,)

Tuttavia, non utilizzare il carattere di sottolineatura ( _ ) poiché i motori di ricerca non lo riconoscono come separatore, bensì come una sottrazione.

Questi caratteri non hanno alcun vantaggio per migliorare il posizionamento nella tua classifica sui browser, ma aiutano a rendere leggibile il tuo titolo.

 

https://youtu.be/l7KUFt1vTgg

Usare plurali e sinonimi

In alcuni casi, potresti voler espandere le parole chiave nel titolo per includere plurali, sinonimi e altre espressioni per il tuo argomento. Ad esempio “forniture per edilizia”, “forniture edili” e “attrezzature per edilizia” trattano essenzialmente lo stesso argomento. Dovrai creare il titolo per includere queste varianti, se è possibile.

Ad esempio: “Forniture per edilizia: Attrezzature edili”

Uno dei potenziali pericoli nel prendere di mira un singolo termine nel titolo è che crea una tendenza all’eccessiva ottimizzazione, anche quando non è prevista. Puoi usare quella singola parola chiave ovunque nella tua pagina. Se includi più varianti, è probabile che ciò accada.

Non bisogna esagerare

Devi stare attento perché l’aggiunta di più parole chiave può significare che ognuna di esse avrà un impatto sempre minore.

Più cerchi di inserire Keyword extra nel suono meno naturale. Ad esempio, se utilizzi il seguente titolo, verrà visualizzato nei risultati di ricerca come:

hotel economico | hotel stellato | hotel economico stellato

(per esempio)

A Google non piacerà perché verrà interpretato come keyword stuffing. Ai tuoi potenziali clienti non piacerà perché lo vedranno come innaturale e probabilmente fornirà materiale promozionale inutile.

Sarebbe meglio:

(per esempio)

Hotel economico a tre stelle

Questo sarà leggermente meno efficace, ma Google elencherà comunque la tua pagina per la parola chiave.

In conclusione:

creare traffico è importante, ma sono i tassi di conversione che contano davvero nella propria strategia di marketing. I titoli devono essere leggibili e accattivanti tenendo presente che sono i lettori a determinare i tassi di conversione, non gli algoritmi dei motori di ricerca.

Le Risorse Gratuite del #MAgodelPC

Per te Gratis l’Ebook Facebook Marketing per tutti
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis  l’Ebook Digital Marketing
Per te Gratis l’Ebook Il CV Perfetto 
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis l’Ebook Content Marketing 

Vi ricordiamo che nel nostro sito troverete molte altre Risorse Gratuite

Se vuoi rimanere sempre aggiornato puoi seguirci su Facebook .
Al prossimo articolo.
Saluti dal #MAgodelPC

b.pramaggiore

Docente e informatico da oltre vent'anni: Excel, Social Media Marketing. Specializzato in crescita organica gestisco i social e posso esserti di supporto con consulenze mirate allo sviluppo e crescita della tua azienda. Eseguo riparazioni PC, Mac e installazioni periferiche, offro assistenza da remoto e a domicilio. Creo siti Web e gestisco blog, amo la tecnologia, la natura e sono molto curioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: