Come creare un calendario editoriale

Creare un calendario editoriale

Content strategy

Creare i propri contenuti istintivamente non sempre porta a dei risultati ottimali, è importante creare un piano editoriale dopo aver studiato attentamente il proprio pubblico di riferimento.

Per creare un calendario editoriale in grado di aumentare l’engagement e poter fidelizzare i propri clienti / utenti bisogna prima di tutto analizzare i dettagli del traffico che abbiamo a disposizione, nel caso in cui non ne abbiamo ancora, dobbiamo cercare di capire qualcosa in più dai nostri competitor.

Con l’inbound marketing si cerca di sfruttare al meglio le opportunità offerte dal web per rispondere alle esigenze dei nostri clienti potenziali, facilitando così tutte quelle interazioni che sono in grado di  aumentare l’engagement e che possono aiutare a  favorire  l’acquisto finale di un prodotto o un servizio.

 

 

calendario editoriale

Calendario editoriale: la pianificazione

Prima di organizzare i contenuti creati in strumenti di pianificazioni come Google Calendar o tabelle Excel, per essere sicuri di avere delle pubblicazioni costanti nel tempo e  organizzate con un certo metodo, bisogna aver ben chiari gli obiettivi.

Per questo motivo è molto importante fare un briefing con tutte le persone che participano alla creazione di contenuti, per coordinare al meglio le idee e prendere tutti la stessa direzione, in modo coerente ed organizzato.

Per prima cosa la mission e a vision  dei prodotti o servizi offerti  devono essere chiare, così come il target di riferimento.

Un altro punto fondamentale è quello di conoscere i punti di debolezza e i punti di forza, questi ultimi vanno evidenziati con enfasi.

L’analisi dei competitor è fondamentale perché nessuno può di certo vantarsi di non averne. Bisogna cercare di differenziarsi ed avere una propria identità, cercando di prendere solo ispirazione dal meglio, senza copiare, rischiando di rimanere sempre i secondi.

Anche la scelta dei Social su cui essere presenti è importantissima e fa già parte della comunicazione, infatti, è bene scegliere social media coerenti con la propria identità di brand dove è presente la nostra nicchia di mercato.

Sarebbe un inutile spreco di energie e tempo pubblicare tutto su tutti i social media solo perché lo si può fare in modo gratuito, raramente una strategia del genere può portare a grandi risultati e a generazione dei leads utili per i propri obiettivi.

Un altro punto fondamentale è la scelta delle immagini coerenti, con i font uguali e la palette colori pertinente, in modo tale da rendere riconoscibile il proprio brand su ogni canale.

Individuare cinque parole che riassumano e siano in grado di raccontare il proprio prodotto o servizio ed appiccicarle su un post-it sempre visibile, può aiutare per mantenere la coerenza sempre in primo piano.

Una best practice è quella di mettere tutto per iscritto in un vero e proprio documento che sia accessibile a tutti i collaboratori da avere di fronte sempre prima di creare i contenuti. 

 

I punti fondamentali per creare un calendario editoriale perfetto:

-Gli obiettivi devono essere ben chiari;

-i contenuti devono essere di qualità, costruiti in base allo studio del proprio audience;

-i contenuti vanno pubblicati negli orari migliori.

Scegliere i giorni e la frequenza del calendario editoriale

Anche se in linea di massima gli utenti sono più attivi in alcune ore del giorno (8-9 a.m.; 1-4 p.m.; 8-10 p.m.;) è bene non dare per scontato che sia vero per ogni nicchi di pubblico.

Per raggiungere il maggior numero di persone possibili attraverso i social bisogna fare un’attenta analisi e conoscerlo così bene da costruire delle Buyer persona.

Inoltre, gli strumenti che sono in grado di automatizzare le pubblicazioni , sono in grado di aiutarti con dei repord e delle analitiche, in questo modo sono molto utili perché le informazioni sono reali e riguardano veramente la tua nicchia. Altri strumenti come Quicksprout sono in grado di darti delle indicazioni generali molto dettagliate sul pubblico dei Social media e possono essere molto utili per le start up.

Apportare delle modifiche al calendario editoriale: l’importanza di cambiare

Il Calendario editoriale deve essere accompagnato da una costante attività di interpretazione dei dati delle interazioni e del successo del nostro engagement e soprattutto dev’essere pronto a cambiare.

Bisogna stare molto attenti a quello che succede intorno a noi e che riguarda il nostro pubblico e senza esitazioni, essere disposti cambiare la programmazione dei nostri post e anche del formato dei nostri contenuti.

Durante gli ultimi anni i video, specialmente quelli più corti, hanno preso il sopravvento ed ignorare questo dato senza introdurre dei file mp4 nel proprio calendario non è una mossa intelligente. I social media sono sempre in evoluzione così come sono in evoluzione i desideri e le abitudini degli utenti.

Il piano editoriale dev’essere una linea guida che non ci faccia diventare schiavi dei nostri contenuti , ma che sia in grado di raccontare al meglio il tuo prodotto o servizio in modo da comunicare con le persone rispondendo ai loro bisogni.

Le Risorse Gratuite del #MAgodelPC

Per te Gratis l’Ebook Facebook Marketing per tutti
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis  l’Ebook Digital Marketing
Per te Gratis l’Ebook Il CV Perfetto 
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis l’Ebook Content Marketing 

Vi ricordiamo che nel nostro sito troverete molte altre Risorse Gratuite

Se vuoi rimanere sempre aggiornato puoi seguirci su Facebook .
Al prossimo articolo.
Saluti dal #MAgodelPC

b.pramaggiore

Docente e informatico da oltre vent'anni: Excel, Social Media Marketing. Specializzato in crescita organica gestisco i social e posso esserti di supporto con consulenze mirate allo sviluppo e crescita della tua azienda. Eseguo riparazioni PC, Mac e installazioni periferiche, offro assistenza da remoto e a domicilio. Creo siti Web e gestisco blog, amo la tecnologia, la natura e sono molto curioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: