Le meta descrizione è un fattore di ranking?

Le meta descrizione un fattore di ranking di Google?
L’ottimizzazione della tua meta descrizione una volta era considerata essenziale per la SEO. Ma è un fattore di ranking nella Ricerca Google ancora oggi?

meta descrizioni – ranking

Meta descrizione: a cosa serve?

Le meta descrizioni possono aiutare ad apparire nei risultati di ricerca e nei social media, invogliando le persone a fare clic e visitare un sito. Possono aiutare anche i motori di ricerca come Google a capire di cosa tratta una pagina web.

Se esegui un audit del sito utilizzando uno dei tanti strumenti SEO, potresti trovare un contrassegno o un avviso su meta descrizioni mancanti o duplicate. Questo potrebbe suggerai che devi cercare far si che ogni pagina abbia una meta descrizione univoca, come parte della tua strategia SEO.

Ma, in pratica, le meta descrizioni sono veramente un fattore nell’algoritmo di ranking della ricerca di Google?

Si sente spesso dire che le meta descrizioni sono fattori molto importanti di ranking. L’idea di fondo è quella che se scrivi una meta descrizione ottimizzata, ti aiuterà a posizionarti più in alto nei risultati di ricerca di Google.

Dal momento che stiamo parlando di un campo con uno spazio abbastanza limitato, la saggezza convenzionale è che dovresti usare la tua frase chiave di destinazione nella meta descrizione come best practice SEO.

Yoast è considerato uno dei tool indispensabili e definitivi per quanto riguarda le meta descrizioni.

Al momento della pubblicazione, il plugin Yoast WordPress SEO era in uso su oltre 8 milioni di siti.

Consigli Yoast per quanto riguarda le meta descrizione:

Utilizza fino a 155 caratteri.
Usa la tua parola chiave focus.
Assicurati che corrisponda al contenuto della pagina.
Osserva con quale frequenza utilizza la parola chiave focus nella tua meta descrizione fa parte della valutazione fornita da Yoast.

Google lo usa effettivamente per determinare il tuo posizionamento?

L’evidenza: le meta descrizioni come fattore di ranking

Non dimenticare di aggiungerle alle tue pagine, contano molto anche per Googlebot.

La meta descrizione e il titolo della pagina non solo forniscono agli utenti una prima impressione, ma aiutano anche la Ricerca Google a ottenere un breve riepilogo della pagina, un riassunto di ciò che tratta e ritieni già importante far sapere agli utenti.

La convinzione diffusa tra i professionisti SEO è che le meta descrizioni abbiano perso qualsiasi valore di ranking che potevano avere molto tempo fa.

Questo elemento della tua pagina è comunque importante per ottenere traffico sul tuo sito, è come un biglietto da visita per invogliare i lettori a cliccare sul tuo sito.

Ora, Google utilizza effettivamente le meta descrizioni come fattore di ranking?

Ora, c’è un sano scetticismo tra i professionisti SEO sul fatto che Google forse non sia del tutto aperto sui fattori di ranking.

Innanzitutto, è incredibilmente facile da manipolare. Basta inserire le parole chiave per le quali ti vuoi classificare e il gioco è fatto. Segnale istantaneo a Google che dovresti classificarti per quella frase chiave.

Questo era possibile nel 2005-2008. All’epoca, l’ottimizzazione sulla pagina era piuttosto stereotipata e potevi letteralmente cambiare le parole chiave nel titolo, nella meta descrizione, nei sottotitoli, ecc. E vedere le classifiche cambiare drasticamente.

Ed è proprio per questo motivo che ora la meta descrizione ha perso qualsiasi valore come segnale di ranking. Le meta Keywords sono state rimosse dall’algoritmo.

Un’ abuso di keyword nelle meta descrizione

I motori di ricerca, dieci anni fa giudicavano le pagine solo in base al contenuto delle pagine web, non ai cosiddetti fattori ‘off-page’ come i link che puntano a una pagina web. Proprio per il fatto che il meta tag e l’utilizzo delle parole chiave in questa sezione è stato così spesso abusato, molti anni fa Google ha iniziato a ignorare il meta tag delle parole chiave.

Infatti, se a volte utilizziamo il meta tag description per gli snippet che mostriamo, non utilizziamo ancora il meta tag description nella nostra classifica.Anche oggi, la meta descrizione che hai assegnato a quella pagina potrebbe non apparire nei risultati di ricerca.

Hanno anche scoperto che in due terzi dei casi, Google ha utilizzato il contenuto del primo paragrafo della pagina per popolare lo snippet di ricerca. Non ha importanza la creazione di meta descrizioni lunghe o brevi con una densità di parole chiave alta o bassa.

Conclusione

In conclusione, Google non utilizza la meta descrizione come segnale di ranking della ricerca e non lo fa dal 2003-2004. Ciò non vuol dire che non siano un elemento importante della strategia SEO.

I vantaggi delle meta descrizioni sono molteplici:

  • Migliorano delle percentuali di clic dai risultati di ricerca.
  • Aiutano a differenziare i tuoi contenuti dalla concorrenza nelle SERP.
  • Possono coinvolgere maggiormente gli utenti se si creano in modo intrigante e coinvolgente.
  • Donano una maggior esposizione del marchio.

Ricordiamoci comunque che da sole non sono un fattore di ranking da molto tempo. Ricorda bene che ci sono varie ottimizzazioni da fare per avere un sito Seo friendly, non esistono scorciatoie. Gli algoritmi sono nati per dare un’esperienza migliore possibile agli utenti.

Le Risorse Gratuite del #MAgodelPC

Per te Gratis l’Ebook Facebook Marketing per tutti
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis  l’Ebook Digital Marketing
Per te Gratis l’Ebook Il CV Perfetto 
Se ti può interessare puoi ottenere Gratis l’Ebook Content Marketing 

Vi ricordiamo che nel nostro sito troverete molte altre Risorse Gratuite

Se vuoi rimanere sempre aggiornato puoi seguirci su Facebook .
Al prossimo articolo.
Saluti dal #MAgodelPC

b.pramaggiore

Docente e informatico da oltre vent'anni: Excel, Social Media Marketing. Specializzato in crescita organica gestisco i social e posso esserti di supporto con consulenze mirate allo sviluppo e crescita della tua azienda. Eseguo riparazioni PC, Mac e installazioni periferiche, offro assistenza da remoto e a domicilio. Creo siti Web e gestisco blog, amo la tecnologia, la natura e sono molto curioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: